In un'intervista rilasciata a Collider, il produttore di Ghost Rider Mike De Luca ha diffuso una grande quantità di interessanti dettagli riguardo il prossimo sequel del film, il cui titolo provvisorio è Ghost Rider: Spirit of Vengeance (o Ghost Rider 2, qualora Sony dovesse optare per la scelta più ovvia). Rispetto al capitolo precedente, pare che ci saranno una gran quantità di novità su ogni fronte, e lo stesso Mark De Luca, forse non contento dei risultati ottenuti dal primo film, promette che Ghost Rider 2 "farà ripartire da zero il franchise", ponendo il personaggio di Johnny Blaze in "un contesto molto più dark del precedente".

La prima novità, data per certa, è che il regista del primo Ghost Rider, Mark Steven Johnson non ritornerà a lavorare sul secondo capitolo della serie. Non è ancora certo chi sarà designato a prendere il suo posto, ma De Luca sarebbe favorevole a piazzare lo sceneggiatore del film David Goyer anche sulla sedia del regista. Tuttavia, dice De Luca, ciò avverrà solo se Goyer riuscirà a ritagliarsi del tempo fra i suoi già numerosi impegni. Oltre a Johnson, Ghost Rider 2 perde anche Eva Mendes, che non ritornerà a vestire i panni di Roxanne Simpson.

Spirit of Vengeance, inoltre, sarà ambientato in Europa, in un contesto storico molto favorevole secondo De Luca perchè ricco di simbologie e suggestioni religiose da sfruttare e da cui trarre ispirazione. Tuttavia il contesto storico, precisa De Luca, non sarà una parte predominante del film, ma agirà semplicemente come sfondo, un modo per arricchire l'atmosfera di cui sarà permeata la pellicola. Da un punto strettamente grafico invece, sulla scia del successo di Avatar, De Luca rivela che ci sono ottime probabilità che Ghost Rider 2 sarà girato in 3D.

Per il produttore le riprese cominceranno senza dubbio entro il 2010, anche se non precisa quando, quindi non ci resta che attendere l'avvio dei lavori nel cantiere di Spirit of Vengeance.