Michael Keaton (Beetlejuice - Spiritello porcello, 1988, Batman, 1989) è senz'altro un grande attore, molte sono le ottime interpretazioni che ci ha regalato durante la sua lunga carriera. Ma il personaggio più riuscito all'attore americano non è quello del folle spiritello, neppure quello dell'eroe pipistrello, è invece quello dello psicotico Carter Hayes, il diabolico protagonista di Pacific Heights, un thriller del 1990. A oggi sembrerebbe che Keaton debba vestire di nuovo i panni del folle, questa volta per la Dimension Films, al fianco di Michelle Monaghan (Gone Baby Gone, 2007, Kiss Kiss Bang Bang, 2005), in Penthouse North. La nuova pellicola sarà diretta da Joseph Ruben (A letto con il nemico, 1991).

Sara Taylor (Monaghan) è una reporter bloccata in Iraq, obbligata a fare il gioco del gatto e il topo con il pazzo criminale Hollander (Keaton), un uomo orribile e senza scrupoli che per i diamanti, che crede nascosti nell'appartamento di Sara, è disposto a tutto. Sebbene Sara dichiara di non sapere dove siano le pietre, Hollander utilizza tra le più bieche e diaboliche tecniche di tortura fisica e psicologica per strapparle qualsiasi informazione utile. Violenza e tensione allo stato puro.

Jeff Sackman (American Psycho, 2000) e Michael Baker si occuperanno della produzione a fianco dello stesso regista, assieme a David Loughery (La terrazza sul lago, 2008), autore della sceneggiatura. Jon Shiffman (American Psycho, 2000) sarà il produttore esecutivo.

L'inizio dei lavori è previsto per il prossimo 7 dicembre.