Alex Kurtzam, regista di La mummia attualmente nelle sale, ha parlato del prossimo capitolo del Dark Universe: La moglie di Frankenstein, scritto da David Koepp.

Kurtzman ha così parlato del progetto: “David ha scritto una sceneggiatura brillante, con una struttura unica e una relazione centrale che penso permetterà agli spettatori di relazionarsi con i personaggi. Al tempo stesso il film rimarrà fedele a quella che è l’essenza del film originale. La moglie di Frankenstein è uno dei film più strani che siano mai stati realizzati, quello che mi sorprende è che la sposa non si mostra che a dieci minuti dalla fine. Non dice nulla, rifiuta Frankenstein, lui spinge una leva e tutto esplode. Fine. Non è che abbia un lungo monologo o che si riesca a conoscere bene il personaggio. Eppure tutti la ricordano, i suoi capelli. Sono stati scritti articoli su di lei, è diventata un costume di Hallooween. Si tratta di un personaggio che perdura perché ha un che di misterioso, l’aspetto, l’idea che sia stata creata per servire un altro uomo. Questa sarà una cosa interessante da raccontare in questo periodo storico. Potremmo sovvertire questa cosa nel film. Credo che renderemo la sposa un personaggio molto più ‘accessibile’ questa volta".

Molti altri progetti andranno ad ampliare il Dark Universe: Dracula, Il mostro della laguna nera, Il fantasma dell’Opera, Il gobbo di Notre Dame e L’uomo invisibile.

Riguardo ai protagonisti di queste pellicole, Kurtzman ha espresso il desiderio di coinvolgere altri nomi famosi di Hollywood: “Mi piacerebbe facessero parte dei film del Dark Universe Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Angelina Jolie e Charlize Theron”.

La moglie di Frankenstein, secondo film del Dark Universe creato da Alex Kurtzman e Chris Morgan, debutterà il 14 febbraio 2019 e sarà diretto da Bill Condon su sceneggiatura di David Koepp. Protagonista maschile della pellicola sarà Javier Bardem nei panni del mostro di Frankenstein, a breve dovrebbe essere annunciato anche il nome della protagonista femminile.