Riguardo all'immimente Constantine, la recensione offertaci dalla Filmforce IGN parla, senza mezzi termini, di uno dei film tecnicamente più riusciti mai visti, dove la computer graphic, per una volta, non è fine a se stessa ma un valido strumento alla narrazione, arrivando a creare paesaggi infernali memorabili. L'atmosfera che si respira è quella di un mondo totalmente credibile per lo spettatore. Un film che cattura l'attenzione e la mantiene viva con tempi perfettamente studiati e una regia piena di stile e senza pecche.

Nonostante le perplessità espresse da più parti sulla scelta del leading character, per Keanu Reeves, nella parte dello scontroso cacciatore di demoni, si parla addirittura della migliore interpretazione in carriera; il regista Francis Lawrence, lodandolo, ha dichiarato che sul set c'era una profonda immedesimazione di Reeves con il personaggio da lui interpretato.

Buone interpretazioni anche da parte degli attori di supporto, a partire da Rachel Weisz, qui molto più a suo agio che non contornata da poco credibili mummie digitali quali Shia LaBeouf e Dijmon Hounsou.

Il film è stato decisamente ritenuto non per bambini o deboli di cuore: si parla infatti di un prodotto molto dark e "adulto", condito da un linguaggio, una violenza e numerose immagini che regalerebbero a qualsiasi spettatore "poco preparato" incubi per anni.

La pellicola non è certo un adattamento fedele del fumetto (il cambio di nazionalità di Constantine, da inglese ad americano, è solo l'inizio) e farà arrabbiare più di qualche suo fan, ma la recensione americana parla dell'opera originale come "del punto di partenza per la creazione di una grande pellicola".

Keanu Reeves vorrebbe vestire ancora una volta i panni di Constantine

Il rimpianto di Reeves? Non aver reinterpretato Constantine

Antonella Romaniello, 21/05/2019

Constantine, sul piccolo schermo

Partita negli States la nuova serie tv targata NBC, dedicata al personaggio DC John Constantine.

Alice Fiandri, 28/10/2014

Un sequel per Costantine?

Costantine, film del 2004 con Keanu Reeves basato su un fumetto della DC Comics, potrebbe avere un seguito…

Gianfranco Staltari, 7/12/2007