"Durante la mia lunga carriera nell’industria del cinema, ho ricevuto moltissime sceneggiature, anche per il mio noto interesse per il lavoro di nuovi registi... Quando ho letto The Orphanage, mi sono reso immediatamente conto di avere a che fare con un’eccezione. La sceneggiatura di Sergio G. Sánchez era la migliore che mi capitasse di leggere da anni. The Orphanage è più di un film horror: il suo ritmo è impeccabile, la sua composizione visiva straordinaria, non fa affidamento sugli effetti speciali per far paura allo spettatore, e offre un’interpretazione molto personale dei luoghi e delle convenzioni del cinema di genere". Che altro aggiungere alle parole di un maestro come Guillermo Del Toro (Il labirinto del Fauno)?

Vincitore di 7 premi Goya, tra cui miglior regia per un esordiente, miglior sceneggiatura e miglior effetti speciali, The Orphanage si appresta a solcare il mediterraneo per conquistarsi un posto ai vertici del box office. Oltreoceano sembrano tutti d'accordo nel considerare il film di J.A. Bayona "una meravigliosa storia di fantasmi" o addirittura "il miglior film del 2007" anno in cui è stato distribuito nelle sale americane. E in Italia? E' davvero questo il film horror dell'anno? Non lo sapremo fino al 14 novembre, data della release nostrana. Nel frattempo, vi lasciamo un nutrito aperitivo di notizie con cui deliziare le vostre curiosità. Mettetevi comodi, il conto alla rovescia è iniziato...

LA TRAMA

Laura ha trascorso gli anni più felici della sua infanzia in un orfanotrofio vicino al mare, accudita dal personale e dagli altri bambini orfani che lei ha amato come fossero fratelli e sorelle.

Trent’anni dopo, torna in quel luogo con suo marito Carlos e il figlio Simon di sette anni, con il sogno di ristrutturare e riaprire l’orfanotrofio, a lungo chiuso e abbandonato, per farne una dimora per bambini disabili.

La nuova casa e i suoi dintorni misteriosi stimolano l’immaginazione di Simon, e il ragazzo comincia a intrecciare una tela di storie fantastiche e di giochi con amici immaginari... Una pericolosa tela che comincia a infastidire Laura, trascinata nello strano mondo del bambino che riecheggia di ricordi a lungo dimenticati e profondamente inquietanti della sua stessa infanzia. A mano a mano che il giorno dell’apertura si avvicina, la tensione cresce all’interno della famiglia. Carlos resta scettico, convinto che Simon stia inventando tutto nel disperato tentativo di attirare l’attenzione. Ma Laura lentamente si convince che qualcosa di terribile, rimasto a lungo nascosto, si aggiri nella vecchia casa, qualcosa che aspetta di venir fuori per fare del male alla sua famiglia.

A Monster Calls

Poster e teaser trailer del film di Juan Antonio Bayona.

redazione, 20/06/2016

Victor Garcia dirigerà Crawl to Me

In lavorazione l’adattamento per il grande schermo della graphic novel creata da Alan Robert…

Gianfranco Staltari, 24/07/2013

Il labirinto del Fauno diventa un musical!

Il film del regista Guillermo del Toro, Il labirinto del Fauno, diventerà presto un musical.

Alice Fiandri, 11/12/2012