C'era molta attesa intorno alla prima di Tulpa, l'horror di Federico Zampaglione, scritto con Giacomo Gensini, collaboratore storico del regista romano, e Dardano Sacchetti, autore di grande spessore e già molto noto nell'ambiente per aver firmato le opere di Mario Bava, Lucio Fulci, Dario Argento e molti altri direttori d'orchestra legati al mondo del giallo all'italiana. 

Il film e' stato considerato da molti, il momento più folle, inaspettato e fuori dagli schemi di tutto il festival e la critica britannica non ha tardato ad esprimersi,  sottolineando quanto Zampaglione abbia sostanzialmente reinventato lo stile del giallo, attualizzandolo e infarcendolo di morti più elaborate e crudeli, momenti di pura angoscia, sferzate sexy ed anche un pizzico di ironia. 

Conquistare la severa stampa britannica  non è cosa facile e questo importante  risultato va ad aggiungersi ai tanti riscontri positivi che circondano il film, che uscirà in sala distribuito dalla Iris Film, interpretato da Claudia GeriniMichele Placido e Nuot Arquint, già presente nel precedente film di ZampaglioneShadow e prodotto dalla IDF - Italian Dream Factory fondata e diretta da Maria Grazia Cucinotta.

A tal proposito, ricordiamo anche l'apprezzamento di Fangoria, rivista cult statunitense di horror, che pochi giorni prima aveva suggerito quanto il regista romano sia, di fatto il nuovo re del cinema horror.

Sembra proprio che a questo punto Tulpa di Zampaglione sia destinato a diventare un cult internazionale, per la gioia dei tanti fan del genere giallo. 

Cosi' la critica: 

Horror Channel " Una bellissima reinterpretazione del giallo dei 70"

Daily Screen "Tulpa ha colpito con elaborate sequenze horror"

Cinemaroll "Un film stupendo"

Film4 " Da non perdere per i fan del giallo"

IMDB  "Tulpa è un folle, divertente mix tra passato e presente"

Movie Talk  - "Tulpa e' il sogno erotico dei fan del Giallo"

Hollywood News "Il giallo e' tornato. Sexy, divertente e intriso di sangue: 4 stelle!!!”

Views from the edge "Negli anni sarà visto come un classico"

Noi di Horror Magazine non abbiamo perso tempo, e non appena terminato il Festival ci siamo messi sulle tracce di Federico Zampaglione e Dardano Sacchetti per un'intervista e per sondare il termometro del cinema horror italiano, che trovate QUI e QUI.

Buona lettura.