Giovedì sera è andata in onda negli Usa la prima puntata di The Vampire Diaries, serie tv tratta dall'omonimo libro edito in italia da Newton & Compton.

Ammettiamolo, di questi tempi, sotto l'ombra protettiva di Twilight se ne sono viste di cotte e di crude sul vampirismo. Da opere di successo come True Blood, a stucchevoli storielle create ad arte grazie alla simpatia dilagante per i tenebrosi succhia-sangue.

In questo senso il network televisivo CW avrebbe potuto fare un lavoro ben peggiore che ingaggiare Kevin Williamson, lo sceneggiatore dietro il film Scream, che nel bene o nel male ha completamente ridefinito il genere horror. Successivamente il regista ha colpito ancora una volta, con la creazione di Dawson's Creek, una serie televisiva dal enorme successo.

In breve, Kevin Williamson è sembrato essere la persona ideale per portare The Vampire Diaries alla vita.

La storia in generale richiama molto a Twilight: Elena, una ragazza di una piccola cittadina si innamora di un nuovo arrivato, Stefan, che sembra però nascondere un terribile segreto. La trama si infittisce quando il paese viene sconvolto da una serie di terribili incidenti e contemporaneamente arriva in città il tenebroso fratello di Stefan: Damon.

Tuttavia lo stesso regista, durante un intervista per il The Torch Online, quando la giornalista ha domandato se il suo nuovo progetto potesse essere paragonato a Twilight, ha risposto così: "Il nostro lavoro si basa su dei libri che sono stati rilasciati nel 1992. Abbiamo, quindi, del materiale che precede Twilight in modo significativo, siamo fiduciosi che la storia che stiamo raccontando è la nostra. Ma sarò sincero in principio, quando ho letto il copione, non volevo essere coinvolto, perché mi sentivo come se fosse una sorta di scopiazzatura di Twilight, non importava che cosa fosse venuto prima. La premessa è del resto la stessa: una ragazza si innamora di un vampiro. Ma Julie (co-produttrice) continuava a dire 'Continuate a leggere, continuate a leggere!' E dopo mi sono reso conto che questo è, in realtà, la storia di un piccolo paese e di tutto ciò che si nasconde sotto la sua superficie pacifica".

Il regista ha anche parlato di una simpatica scena quando Elena Gilbert (la protagonista, interpretata da Nina Dobrev) scopre che Damon (Ian Somerhalder) è un vampiro, la sua prima domanda è: "Perché non brilli al sole [come nei libri di Twilight]?" e lui risponde: "Perché io vivo nel mondo reale". Quindi, sebbene siano restii ad ammettere qualsiasi collegamento diretto con la fortunata saga di Stephenie Meyer, è indubbio che non abbiano problemi a sfruttarne l'onda.

Prima di storcere troppo il naso aspettiamo, e intanto gustiamoci il promo della prima puntata.