I primi episodi del vampiresco True Blood hanno debuttato solo da pochi giorni negli States, ma il responso degli ascoltatori sembra già più che positivo per la serie. Nonostante i pareri siano fra i più variegati, il responso della critica di settore è stato abbastanza positivo, e anche gli spettatori hanno dimostrato di gradire il nuovo telefilm di Alan Ball (Six Feet Under), la cui seconda puntata ha fatto registrare un aumento sullo share di ben 24 punti percentuale. E se gli spettatori sono felici di continuare a seguire il programma, la HBO è ugualmente felice di accontentarli. Con questi primi dati in cassaforte, infatti, il network americano ha già deciso di annunciare che True Blood avrà anche una seconda stagione.

Alan Ball, creatore e produttore esecutivo della serie, ha già confermato la sua disponibilità: “Sono molto contento di poter continuare a lavorare con un gruppo di scrittori e attori di tale capacità, e di esplorare ancora il personaggio e l'universo creato da Charlaine Harris. E' davvero una gioia andare al lavoro ogni giorno, e non potrei essere più felice di continuare a lavorare alla HBO”.

Negli USA, le riprese della seconda stagione di True Blood inizieranno nella prima metà del 2009, per andare in onda nell'estate dello stesso anno. E mentre gli americani possono già godersi il lusso di attendere la seconda stagione, in Italia rimaniamo ancora in attesa della prima, che approderà nel bel paese in autunno.

Basato sulla serie di romanzi ideata da Charlaine Harris (importata in Italia da Delos Books), True Blood ha come protagonista la telepatica Sookie Stackhouse (Anna Paquin nella serie TV), una cameriera innamorata di un vampiro in un mondo dove i succhiasangue coesistono con gli umani, non dovendosi più cibare del loro plasma grazie all'invenzione del sintetico True Blood.