Da pochi giorni in edicola un romanzo il cui titolo richiama ad una famosa canzonetta degli anni ’60: Dracula cha cha cha (Dracula cha cha cha, 1998) e l’autore è Kim Newman.

Il volume chiude una trilogia iniziata con Anno Dracula (Anno Dracula 1992). Qui il lettore scopre che Van Helsing non è riuscito ad uccidere definitivamente il Conte Dracula e quest’ultimo sbarcato in Gran Bretagna è riuscito nientemeno che a sposare la regina Vittoria diventando di fatto il padrone della nazione. Nel secondo volume dal titolo Il Barone sanguinario (The Bloody Red Baron, 1995), siamo in piena Prima Guerra Mondiale e Dracula crea una super razza di vampiri.

Entrambi i romanzi furono a suo tempo pubblicati dalla Fanucci Editore.

Mancava il terzo romanzo per chiudere questa ucronia e finalmente arriva nelle edicole. Pubblicato anche con il titolo Judgment of Tears.

L’azione si sposta nel tempo e nello spazio, siamo a Roma nel 1959 in piena “dolce vita” e nella città eterna è attesa l’arrivo di una folta delegazione di vampiri di nobile schiatta per assistere alle nuove nozze del Conte Dracula.

Kim Newman è nato a Londra nel 1959. Lavora come giornalista dopo

Kim Newman
Kim Newman
l’università e pubblica il suo primo racconto nel 1984 mentre è del 1989 il suo primo romanzo (The Night Mayor).

Nel 1985 ha scritto  in collaborazione con Neil Gaiman un’opera non fantastica dal titolo Ghastly Beyond Belief: The Science Fiction and Fantasy Book of Quotations.

Con lo pseudonimo di Jack Yeovil ha scritto la serie Dark Future (4 romanzi), ha contribuito alla serie Warhammer: Genevieve con tre romanzi più altre opere e svariati racconti

Newman è particolarmente abile ad inserire nei suoi romanzi personaggi noti, reali oppure tratti da altri romanzi.

Il volume contiena anche il racconto Alchimia per una vendetta di Sergio Rilletti.

 

Dalla quarta di copertina:

 

Che cos’hanno in comune la canzone tratta da un film con Christopher Lee-Renato Rascel e un’oscura minaccia portata sulle ali di un volo Alitalia? A una domanda tanto bizzarra può rispondere solo un autore geniale come Kim Newman, il maestro della fantasclenza ucronica. Non siamo infatti nel mondo dl sempre, ma in una realtà alterata dove la regina Vittoria è andata sposa a un vampiro e il Barone rosso ha dovuto fare i conti con un eroe più immortale di lui. Finché oggi il pericolo tocca (anzi, atterra) nell’Italia della Dolce Vita, creando la prima emergenza nazionale della Repubblica...

 

Dracula cha cha cha di Kim Newman (Dracula cha cha cha, 1998, Traduzione Cristiana Astori, Mondadori, collana Urania n. 1538, pag. 314, euro 3,90)