L'uscita il 20 settembre scorso nei cinema italiani del film The Nun (2018) è stato un modo per la Warner Bros. di festeggiare cinque anni di Conjuverse, o Warrenology o comunque si voglia chiamare quell'universo narrativo nato dopo il grande successo mondiale del film The Conjuring (2012). Ma è anche l'occasione per un "ripasso" ragionato delle "vere" indagini dei demonologi Ed e Lorraine Warren con uno sguardo frizzante ai film che ne sono stati tratti, non tutti noti.

Il saggista Lucius Etruscus raccoglie, riveduti e corretti, i post del suo blog Il Zinefilo dedicati agli Warren e presenta l'eBook Le indagini di Ed e Lorraine Warren, disponibile in tutti gli eStore on line.

La trama

L’arrivo nelle sale italiane di The Nun (2018) corona cinque anni di successo inarrestabile di un fenomeno su cui la casa cinematografica Warren Bros. ha puntato moltissimo: quello che i fan chiamano Conju-verse o la rivista “Rue Morgue” Warrenology, cioè quell’universo narrativo (ora anche multimediale) nato dal successo del film The Conjuring (2013). Da allora i coniugi demonologi Ed e Lorraine Warren hanno conquistato un pubblico vastissimo, con i loro casi paranormali a tinte forti portati su schermo.

In realtà i due demonologi sono noti alle cronache dal 1972 e molto famosi dal 1976, quando parteciparono a quell’evento mediatico esplosivo chiamato Amityville. Negli anni Ottanta hanno scritto diversi libri sulle loro indagini e alcuni film televisivi già li hanno mostrati in azione, ben prima che arrivassero su grande schermo: questo saggio è un piccolo manuale per conoscere meglio l’operato degli Warren, con traduzioni esclusive di brani dei loro libri (inediti in Italia) così da confrontarli con le versioni filmiche che ne sono state tratte.

Da Amityville Horror a The Conjuring, da Ostaggio per il demonio ad Annabelle, da The Haunting in Connecticut a The Nun: avrete il coraggio di affrontare le spaventose indagini di Ed e Lorraine Warren?

L'incipit

Fine febbraio del 1976. Ed Warren è nel suo ufficio, una stanza collegata alla propria casa da un lungo e stretto corridoio. Sta riordinando le idee per la conferenza che dovrà tenere fra pochi giorni per esporre il suo parere professionale sugli strani eventi della casa di Amityville. Perché Ed Warren è un indagatore dell'occulto.D'un tratto sente un rumore alle proprie spalle, come se si stesse avvicinando un temporale, ma il tempo atmosferico non c'entra nulla: voltandosi scopre che nello stretto corridoio si sta formando un'essenza demoniaca. Ed sa che deve intervenire subito, prima che l'essere prenda forma fisica, così gli punta contro il crocifisso e grida «in nome di Gesù Cristo, ti ordino di andartene.» L'essere obbedisce… ma non abbandona la casa.

Intanto nella propria camera al primo piano la moglie di Ed, Lorraine Warren, sta leggendo a letto una biografia di padre Pio, «un cappuccino degno di nota che molti credono sia destinato alla santità». Ai piedi del letto i suoi due cani sono immobili dal terrore, ma lei ha già avvertito il pericolo: perché Lorraine è una nota sensitiva.La donna è paralizzata dal terrore mentre l'essere informe le si avventa contro e sta per avvolgerla: Lorraine deve raccogliere tutte le proprie forze per riuscire ad invocare la protezione divina. Dopo di ciò trova le energie per muovere un braccio e disegnare in aria una grande croce. L'essere si blocca e l'arrivo di Ed in stanza, con un vero crocifisso, fa fuggire via il demone etereo.

Questo non è un film, è tutto vero… Cioè, per la precisione, è quanto raccontano i coniugi Warren a Gerald Brittle per il saggio The Demonologist: The Extraordinary Career of Ed and Lorraine Warren (1980).

L'autore

Lucius Etruscus è vice-curatore di ThrillerMagazine e redattore di SherlockMagazine, gestore del database “Gli Archivi di Uruk”, "Fumetti Etruschi", "CitaScacchi" e di vari altri blog. Scrive saggi su riviste on line, ha partecipato (sia come giuria che come autore) al romanzo corale “Chi ha ucciso Carlo Lucarelli?” (Bacchilega Editore) e su ThrillerMagazine racconta le indagini del detective bibliofilo Marlowe… non “quel” Marlowe, i cui retroscena sono raccontati nel blog NonQuelMarlowe.

Ecco la pagina autore di Amazon.